Negli ultimi anni la necessità di assegnare compiti precisi e sempre più complessi alle macchine si è spostata da applicazioni “remote controlled”, dove è ancora l’uomo a controllare uno o più dispositivi in rapporto uno a uno, ad applicazioni del tipo “mission based”, nelle quali l’uomo affida la missione a sciami di robot autonomi che la porteranno a termine in completa autonomia. La “swarm robotics” si occupa della programmazione di un grande gruppo di robot con il fine di organizzare comportamenti collettivi utili allo scopo desiderato e segue i principi della “swarm intelligence”, disciplina che studia il comportamento degli sciami presenti in natura e di come danno luogo a fenomeni di auto organizzazione. Partendo da qui, Sistemi Software Integrati (SSI) e Robotronix hanno intrapreso come progetto comune la realizzazione di una una piattaforma robotica adatta alla sorveglianza di siti e infrastrutture e destinata alla prevenzione delle catastrofi, al supporto, all’invio dei primi soccorsi oppure al pattugliamento dei confini. SSI Robotronix hanno inoltre sviluppato un toolkit che consente di progettare e realizzare applicazioniLabVIEW, il linguaggio di progettazione dei sistemi National Instruments. Il toolkit è stato realizzato in modo da consentire al programmatore LabVIEW di sviluppare le proprie applicazioni senza preoccuparsi della distribuzione in rete dei dati prodotti e ricevuti, grazie all’utilizzo del BEE-DDS. Fonte: TechMec